Letto alla francese, perché si chiama così e in quali casi è consigliato

HomeBlogDormire Bene / Letti a ScomparsaLetto alla francese, perché si chiama così e in quali casi è consigliato

Si chiama letto matrimoniale alla francese quella tipologia di letto caratterizzata da dimensioni leggermente più piccole rispetto ai letti matrimoniali tradizionali (cm 160×190) ma comunque più grandi rispetto ai modelli di una piazza e mezzo (cm1 20×190).

Le misure standard  di un letto alla francese sono 140×190 cm ma la lunghezza può variare fino a 195-200 cm.

Il letto alla francese, conosciuto anche con il “Grand Lit”, “Queen Bed” oppure “Letto antico Napoletano”, ha origini – come suggerisce il nome stesso – francesi! In Francia sostituisce quello che per noi è il letto matrimoniale.  Le misure appena descritte fanno riferimento alla rete e al materasso che il letto ospita, se invece si considera anche la struttura del letto, la grandezza potrebbe leggermente aumentare.

Letto alla francese, perché si chiama così

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le dimensioni del letto matrimoniale alla francese lo rendono il giusto compromesso per coloro che devono arredare camere da letto non particolarmente spaziose, ma che non vogliono rinunciare alla comodità e all’accoglienza di un letto matrimoniale. È molto diffuso negli hotel e viene considerato un letto per dormire in coppia a tutti gli effetti. In molti casi, il letto matrimoniale alla francese, viene utilizzato al posto del letto singolo o del letto ad una piazza e mezza da coloro che amano dormire con più spazio a disposizione.

Perché scegliere i letti alla francese?

Nella progettazione della camera matrimoniale, la scelta del letto è qualcosa di davvero speciale. Non solo perché è l’elemento centrale della nostra camera, ma rappresenta  anche un’importante scelta di benessere.

Nelle case moderne le stanze sono sempre più piccole quindi è importante scegliere il letto giusto in base allo spazio in camera.  Affinché il movimento attorno al letto sia agevole, dobbiamo lasciare liberi almeno 50 cm attorno.

Il letto matrimoniale francese rappresenta il giusto compromesso per ridurre l’ingombro nelle camere da letto e spesso viene scelto per mettere in risalto uno stanza grande, adattandosi facilmente a diversi stili di arredamento. È ovvio che se la tua camera da letto è una stanza piccola, è opportuno inserire un letto alla francese dalle linee semplici e essenziali per non appesantire l’ambiente, se invece hai a disposizione una camera dalle dimensioni ampie, potrai osare anche con modelli più sofisticati e ricchi di dettagli.  I letti matrimoniali francesi spesso dispongono di contenitori integrati sotto la rete, in grado di ospitare in modo ordinato e a portata di mano: indumenti, coperte, lenzuola, cuscini o qualsiasi cosa tu abbia la necessità di sistemare.

Letto alla francese, perché sceglierlo?

Il letto a scomparsa alla francese: una soluzione salvaspazio ideale per arredare in maniera funzionale

I letti a scomparsa alla francese sono delle proposte ottimali per l’arredamento di piccoli appartamenti, monolocali o bilocali in quanto questi spazi necessitano di un letto comodo che però può scomparire durante il giorno, lasciando spazio all’area dedicata al living.

Ci sono diversi modelli: sia il classico letto armadio richiudibile, sia modelli multifunzionali che includono la scrivania, un divano contenitore oppure delle mensole dove appoggiare oggetti che non sai dove mettere e che vuoi tenere a portata di mano.

Contattaci per saperne di più

Ti potrebbero interessare anche...