Ora puoi acquistare pagando tutto online in comode rate con finanziamento Agos

Quanto costano gli affitti nelle città italiane? Tutti i dati aggiornati in un’infografica

HomeBlogInfograficheQuanto costano gli affitti nelle città italiane? Tutti i dati aggiornati in un’infografica

Nel 2018 ci sono stati alcuni cambiamenti rilevanti nel mondo immobiliare. L’affitto di casa è una delle spese più importanti per tantissime famiglie italiane ma non tutte pagano le stesse cifre, anzi: la spesa mensile è molto diversa da una regione all’altra e ancora di più da una città all’altra.

Quel che è certo è che la richiesta e dunque l’offerta di case in affitto è in crescita: nel 2018 il 27,7% degli appartamenti in Italia sono affittati ed è il dato più alto dal 2012, mentre le case di proprietà si attestano al 72,3%, in questo caso è il dato più basso dal 2012.

Questo significa che sempre più famiglie, coppie, studenti, scelgono questa soluzione. Una tendenza confermata anche dal costo degli affitti, in aumento del 3,5% rispetto a un anno fa.

Ma quanto pagano in media gli italiani? Che differenza c’è tra i canoni di affitto da una città all’altra? Scopriamolo dando un’occhiata alla nostra infografica esclusiva “Quanto costano gli affitti nelle città italiane?”.

Il costo medio degli affitti, città per città

Le differenze tra una città e l’altra sono davvero rilevanti, in alcuni casi addirittura sorprendenti. Una cifra comune è quella che riguarda la differenza tra le case nei capoluoghi di regione e quelle nelle altre città: affittare una casa nel capoluogo costa mediamente il 3,5% in più rispetto a chi sceglie di andare a vivere in provincia anche se le differenze tra una regione e l’altra restano notevoli. Si passa ad esempio dai 530€ medi di Catanzaro ai 1530€ per un appartamento a Milano, con una media nazionale di 808€. In provincia, le cose cambiano sensibilmente: gli affitti più economici sono a Novara, con 493€, mentre tra i capoluoghi di provincia dove sono più cari troviamo Treviso con 1165€, Prato con 1082€ e al primo posto Bergamo con 1212€.

La top 3 degli affitti più costosi vede al primo posto Milano (1580€), al secondo posto Firenze (1350€) e al terzo posto Roma (1220€).

Questi numeri riflettono solo in parte l’andamento degli affitti a livello regionale. La Lombardia resta una delle regioni dove il prezzo medio per un appartamento da 100mq resta alto, 1194€ in media, ma ci sono anche dati inaspettati: in Sardegna, ad esempio, il prezzo medio è di 1480€ mentre in Piemonte è di appena 756€.

Trend e prezzi al metro quadro

Il settore degli affitti è comunque un settore in continuo cambiamento, dove le fluttuazioni si registrano ogni giorno e dove non è sempre facile orientarsi, specialmente se non si lavora nel campo. Anche se generalmente gli affitti sono aumentati, ci sono alcune città dove la tendenza è all’inverso: nel 2018, a Sassari sono diminuiti dell’11,6%, a Venezia del 12% e a Chieti del 14,3%.
Gli aumenti più significativi invece si sono avuti a Siena +9,7%, a Verona +9,5% e a Catania +8,6%.

Ovviamente per avere una stima più precisa del costo degli affitti è importante soffermarsi sul prezzo al metro quadro, che può dirci indicativamente quanto potremmo spendere per un appartamento della metratura che ci è necessaria: nella top 3 abbiamo Milano, dove il prezzo al metro quadro è 15,8€, Firenze con 13,5€ e Roma con 12,2€. Ci sono città dove l’affitto è sensibilmente più basso: all’ultimo posto Reggio Calabria e Avellino con 4,4€ al metro quadro, seguite da Caltanissetta con 3,9€ al metro quadro.

Quanto costano gli affitti nelle città italiane? Tutti i dati aggiornati in un'infografica

 

Categorie:Infografiche

Ti potrebbero interessare anche...