Come valorizzare lo spazio con le mini cucine a scomparsa

HomeBlogCucineCome valorizzare lo spazio con le mini cucine a scomparsa

Le cucine a scomparsa sono la soluzione ideale per i piccoli appartamenti o per i monolocali, quando le metrature limitate non consentono di realizzare una vera e propria cucina oppure quando si vuole sfruttare lo spazio per la zona giorno o la zona notte. In un monolocale, poi, consentono di nascondere alla vista lo spazio cucina, ottenendo un effetto finale pulito, minimale e ordinato: le mini cucine a scomparsa possono infatti mimetizzarsi con una parete oppure con un armadio una volta richiuse.

Anche se piccole, questo genere di cucine sono attrezzate con tutto quello che serve: piano cottura, lavello, frigorifero, piano di lavoro e, in alcuni casi, è possibile richiedere anche la presenza di una piccola lavastoviglie. Possono essere di diverse misure ma generalmente non superano i 249 cm di lunghezza, proprio perché si tratta di un elemento che non deve risultare troppo ingombrante all’interno della stanza. In questo articolo scopriamo idee, ispirazioni e vantaggi delle mini cucine a scomparsa.

Mini cucina in mansarda

mini-cucina-scomparsa-mansarda

Quando le altezze non consentono di posizionare i pensili, come nel caso di una mansarda, una cucina a scomparsa senza pensili è la soluzione ideale: un mobile compatto, con piano cottura a quattro piastre, lavello e ampio vano dispensa.

Non manca proprio niente e, quando avete finito di cucinare, potete richiudere tutto trasformando la vostra mini cucina in una classica madia, larga solo 160 cm e alta 166 cm, perfetta per inserirsi anche in una mansarda dal soffitto particolarmente basso. Per dare un tocco vivace alla stanza, potete affiancare alla mini cucina un frigorifero di design colorato.

Mini cucina in corridoio

mini-cucina-scomparsa-corridoio

Le cucine a scomparsa possono essere integrate anche in un corridoio perché sono particolarmente snelle: dovete avere solo l’accortezza di lasciare un passaggio sufficiente tra la cucina e il muro in modo da potervi muovere agevolmente anche quando le ante sono aperte e state preparando pranzo e cena.

Se volete risparmiare ulteriore spazio potete optare per una cucina con chiusura a serranda: in meno di 230 cm di lunghezza e in soli 60 cm di profondità, potete avere una cucina perfettamente accessoriata con piano cottura a 4 fuochi, cappa aspirante con luce inclusa, frigorifero a colonna, lavello con gocciolatoio e mobile sotto top con cassetti, cestone e vano dispensa.

Mini cucina in ufficio

mini-cucina-scomparsa-ufficio

 

Una situazione in cui una mini cucina a scomparsa può risultare particolarmente utile è quando si tratta di arredare un ufficio. Molti di noi lavorano dalla mattina alla sera, passando in ufficio anche il momento della pausa pranzo, ma attrezzare una vera e propria cucina potrebbe risultare troppo ingombrante, dispendioso e impegnativo.

Una mini cucina con chiusura ad armadio, lunga soltanto 128 cm, si inserirà perfettamente nell’ambiente grazie al suo design raffinato e alle ante che la faranno sembrare un vero e proprio armadio: una volta aperta, avrete a disposizione due fuochi per cuocere e riscaldare, il frigo sotto top, il lavello e lo scolapiatti.

Richiedi un preventivo
Categorie:Cucine

Ti potrebbero interessare anche...